I suggerimenti di Monastero invisibile

dal sito di Monastero invisibile di Carità e Fratellanza, Come pregare

Per pregare bene devi liberare il cuore da ogni preoccupazione o affanno che hai accumulato durante il giorno. Devi, anche, distogliere la mente dai pensieri che rincorrono gli avvenimenti passati o quelli del domani.

Se ti è possibile, cerca un posto tranquillo lontano dai rumori che colpiscono i sensi e distolgono l’intelletto dalla meditazione. Trovatolo, abitua il corpo a pregare alla stessa ora, talvolta le abitudini sopperiscono alla cattiva volontà.

Ora comincia a pregare meditando sul sacrificio di Gesù e sull’essenza del suo Cuore, troverai così la fiamma che ti scalda il cuore.

•    Eleva la preghiera di supplica per le tue miserie e quelle dei fratelli.
•    Apri il tuo cuore all’amore di Dio.
•    Lodalo con Salmi.
•    Ringrazialo, infine, per le infinite grazie ricevute.

Gesù vivo è accanto a te, ti ascolta, ti consola e ti invita a seguirlo. E tu, nella preghiera ascoltalo e non sarai deluso dalle immense grazie che riverserà su di te.

Gesù è amore. Si entra in comunione con lui se si ama e nella misura con cui si ama. L’anima che ama e che l’Amore ha introdotto nella dimora in cui risiede l’Amore stesso, può parlargli; la preghiera è questo colloquio. Gesù non resiste all’amore che domanda: «Egli fa la volontà di coloro che fanno la sua volontà» dice il salmista. È all’Amore che sono dovute queste comunicazioni divine che hanno strappato ai loro felici beneficiari tali esclamazioni stupefacenti: «Signore, te ne supplico, arresta il flusso del tuo amore… non ne posso più». Gesù attira le anime oranti con una forza irresistibile, li lega a lui, li trattiene, li inabissa nel focolare d’amore che è il suo Essere; strappa loro inni di lode e di adorazione ardente.

 

Fonte: Monastero invisibile di Carità e Fratellanza.